In occasione del 19 aprile, XXIII Giornata nazionale per la donazione e il trapianto di organi e tessuti, promossa da Ministero della Salute, Centro Nazionale Trapianti (CNT) e associazioni di settore, prende il via la campagna “Io faccio la mia parte, tu puoi fare la tua. Di’ sì alla donazione di organi e tessuti.”

Questa giornata quest’anno ha un significato ancora più importante: è grazie a medici, infermieri, operatori della rete trapiantologica, se le donazioni e i trapianti non si fermano, neanche in questo periodo di emergenza.

L’appuntamento è per il prossimo 19 aprile, ma per tutta questa settimana e oltre, la campagna di sensibilizzazione si muoverà online, trasformando i social in una piazza virtuale nella quale stringerci idealmente ai tantissimi medici, infermieri e operatori sanitari che, anche in questo periodo di emergenza, hanno continuato a lavorare per curare i tanti pazienti in lista di attesa per il trapianto. Sono proprio loro a lanciare un appello e oggi più che mai c’è bisogno della solidarietà dei cittadini.

Perché sia possibile continuare a curare le persone in lista d’attesa, oggi più che mai c’è bisogno della solidarietà dei cittadini: senza il sì alla donazione nessun paziente in attesa di un organo può salvarsi.

La celebrazione della  Fa’ anche tu la tua parte: #firmasubito la dichiarazione di volontà e di’ sì alla vita!

Per diventare donatore basta scaricare e firmare il tesserino della campagna Diamo il Meglio di Noi e tenerlo nel portafogli tra i documenti: questo gesto ha piena validità di legge, in attesa poi di andare al Comune a rinnovare la carta d’identità e registrare il proprio sì nel Sistema Informativo Trapianti. Scopri di più sulle modalità per esprimere il proprio consenso.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *