Donate_fase2_bisogno_donazioni

Il bisogno di donazioni post Covid-19

Con l’inizio della fase 2, il Centro Nazionale Trapianti ribadisce il crescente bisogno di nuove donazioni di organi, ma soprattutto, di midollo osseo.

Nonostante i trapianti non si siano fermati durante l’emergenza, la macchina organizzativa e logistica della rete trapiantologica ha incontrato non poche difficoltà soprattutto per quanto riguarda le iscrizioni al registro IBMDR. Si è registrato infatti un calo del 50% rispetto ai mesi di marzo e aprile del 2019, soprattutto nella fascia dei giovani tra i 18 e 35 anni, in buona salute e con un peso superiore ai 50kg.

Nella cosiddetta “Fase 2” il Ministero della Salute invita le Regioni e Provincie Autonome, nel rispetto dei peculiari sistemi sanitari, a rafforzare il legame esistente tra il percorso dedicato ai donatori di sangue e quello dei donatori di midollo all’interno dei centri trasfusionali, sedi di centri donatori e poli di reclutamento afferenti al Registro IBMDR.

Si raccomanda soprattutto di prevedere la presenza, nel rispetto delle misure di prevenzione di ciascuna struttura, dei volontari delle associazioni di settore, – come ADMO, ADOCES e ADISCO – presso i centri donatori per svolgere attività di informazione e sensibilizzazione sul tema.

Il Servizio Sanitario Nazionale si sta impegnando in questi mesi per incentivare la ripresa della promozione della donazione e del reclutamento, attività attualmente inserita all’interno dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA).

Consulta la nota del Ministero della salute

Visita la pagina del Registro IBMDR per gli approfondimenti

Scopri il centro donatori più vicino a te

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *