ROBBY, IL DELFINO CON LA PINNA ARCOBALENO

Per Natale, riVivere consiglia di regalare ai bambini un messaggio di solidarietà e di amore: la fiaba di “Robby, il delfino con la pinna arcobaleno”, che sostiene da tanti anni i piccoli pazienti in attesa di trapianto del Papa Giovanni, è stata ora tradotta in sette lingue dagli studenti del Liceo Linguistico Giovanni Falcone di Bergamo.

di Delfina Pavesi

 “Robby il Delfino con la pinna arcobaleno” è una fiaba realizzata con il contributo di medici, genitori, infermieri, psicologi, per aiutare i bambini e le loro famiglie ad affrontare il trapianto, in un percorso sicuramente difficile ma carico di speranza. 

A contribuire al progetto, l’Associazione Amici della Pediatria Onlus, presente dal 1990 presso l’unità di Pediatria dell’ospedale di Bergamo – dapprima degli Ospedali Riuniti di Bergamo e, oggi, dell’ASST Papa Giovanni XXIII – con lo scopo sostenere e integrare l’attività ospedaliera per migliorare l’assistenza ai bambini malati e alle loro famiglie. La storia è stata pensata, inoltre, come utile strumento divulgativo per le scuole, a beneficio di una cultura della donazione a misura di bambino.

La fiaba, pubblicata nel 2007 dalla Casa Editrice San Paolo, e diventata, nel 2019, un cartone animato realizzato dallo Studio Bozzetto &Co., è stata tradotta dagli studenti del Liceo Linguistico Giovanni Falcone di Bergamo in albanese, rumeno, inglese, francese e russo. Grazie ad Ivana, mamma di una piccola paziente della Pediatria, il libro è stato tradotto anche in serbo. In corso d’opera, anche la traduzione in arabo. Prossimamente, anche il cortometraggio avrà sottotitoli nelle diverse lingue.

A consegnare la traduzione alla Direzione del Papa Giovanni, direttamente i ragazzi del liceo, con Gloria Farisé, Dirigente scolastico, Rossella Ferrito, insegnante di Inglese e responsabile dei Percorsi per le Competenze trasversali e l’Orientamento, e Patrizia Roina, insegnante di Francese. Presente anche Milena Lazzaroni, Presidente dell’Associazione Amici della Pediatria, che ha seguito il progetto con gli studenti.

Nella foto, il momento della consegna delle traduzioni da parte del Liceo Falcone all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. 
Da sinistra: Barbara Cadonati, psicologa, Lorenzo D’Antiga, Direttore della Pediatria, Maria Beatrice Stasi, Direttore generale, Gloria Farisé, Dirigente scolastico, Antonella Ghezzi, coordinatrice infermieristica, Simona Lorenzi, assistente sociale, Milena Lazzaroni. 

 

 

Nella foto in posa, mamma Ivana (la seconda da sinistra), con Lorenzo D’Antiga, Milena Lazzaroni e Antonella Ghezzi (da sinistra a destra). 

Ringrazio gli studenti del Liceo Falcone, che con questa iniziativa aggiungono valore all’attività di trapianto pediatrico che ha il nostro ospedale come punto di riferimento. La storia di Robby ci permette di introdurre un vero e proprio consenso informato a misura di bambino. Grazie a queste traduzioni sarà più semplice per noi preparare i bambini e i genitori che parlano lingue diverse dalla nostra al percorso clinico che li attende”, ha dichiarato Maria Beatrice Stasi, Direttore generale ASST Papa Giovanni XXIII.

Robby, il delfino con la pinna arcobaleno è una mascotte del nostro ospedale, un Amico dei bambini che, con estrema semplicità, li porta all’interno di un racconto dedicato a temi complessi come la vita, la malattia, la donazione e la speranza. Robby è lo strumento che psicologi, mediatori e medici utilizzano anche con i bambini stranieri che si affidano al nostro ospedale per trovare la soluzione ai problemi di salute dei propri figli. L’associazione in passato ha sostenuto, per diversi anni, il supporto psicologico e la mediazione culturale a favore di bambini e familiari, divenuti oggi servizi permanenti dell’ospedale. Sapere che Robby possa diventare Amico di tanti altri bambini in diverse lingue del mondo ci rende felici ed onorati di questo nuovo traguardo, che aggiunge uno strumento utile e fondamentale nella relazione di cura.

L’associazione è, quindi, onorata della preziosa collaborazione degli studenti e delle insegnanti del Liceo Falcone e incontrare i ragazzi, ascoltare la loro soddisfazione nell’aver costruito con il loro lavoro un ponte comunicativo a sostegno del percorso del trapianto è stato meraviglioso”, ha dichiarato Milena Lazzaronipresidente Amici della Pediatria Onlus.

È possibile acquistare il libretto con la fiaba nella sede dell’Associazione Amici della Pediatria, torre 2, piano 4, Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Il ricavato andrà a sostenere l’attività del Centro Trapianti dell’ospedale. 

A noi sembra un’ottima idea regalo per Natale! E a voi?

Leggi anche GRANFONDO CICLISTICA DEI TRAPIANTATI BERGAMO – SIENA 8-15 OTTOBRE 2023

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *