AL VIA LA COLLABORAZIONE EDITORIALE DI RIVIVERE CON LA CUCINA ITALIANA

Parte la partnership editoriale tra riVivere e La Cucina Italiana, la storica rivista di cucina edita da Condé Nast, con contenuti “buoni e sani” scelti di volta in volta per i nostri lettori.  Iniziamo subito, in questo numero, con ben 50 ricette “con le verdure protagoniste”. 

di Francesca Boldreghini

Parte la collaborazione editoriale di riVivere con La Cucina Italiana, la storica rivista di cucina edita da Condé Nast. In ogni numero, a partire da questo, regaleremo ai nostri lettori una ricetta buona e salutare, per vivere in salute senza rinunciare al gusto.

Fondazione Trapianti, insieme con tutte realtà che sostengono la cultura della donazione di organi, tessuti e cellule, a favore dei trapianti, è impegnata da sempre anche nella promozione di corretti stili di vita, così da contrastare il diffondersi di malattie che portino alla necessità del trapianto.  

Tra le sane abitudini che costituiscono un fattore fondamentale di prevenzione primaria, rientra anche, e soprattutto, una dieta sana ed equilibrata. 

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, nutrizione adeguata e salute sono da considerarsi diritti umani fondamentali, correlati l’uno all’altro. Sempre secondo l’OMS, sono quasi tre milioni le vite che si potrebbero salvare ogni anno nel mondo grazie a un consumo sufficiente di frutta e verdura fresca.

Un’alimentazione varia ed equilibrata è alla base di una vita in salute. La proporzione dei nutrienti e l’attenzione alla qualità degli ingredienti e alla quantità degli alimenti sono fondamentali per il benessere psico-fisico. D’altro lato, cattive abitudini alimentari e uno stile di vita sedentario rappresentano uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di numerose malattie croniche. La nostra salute, insomma, è direttamente influenzata dalle scelte che facciamo ogni giorno quando decidiamo cosa mettere in tavola.

Mangiare bene non significa però rinunciare ai piaceri della gola, soprattutto in un Paese, come l’Italia, dove il cibo ha tutto il sapore di una tradizione che affonda le sue radici nella cultura, nella storia e nella straordinaria biodiversità del territorio, come sostiene da sempre il progetto culturale della prestigiosa rivista gastronomica, tanto da aver candidato la cucina italiana come patrimonio immateriale dell’umanità.

Sono grato ed entusiasta per questa collaborazione, che va ad arricchire il piano editoriale della nostra testata di approfondimento scientifico del mondo della donazione e dei trapianti – sotto gli aspetti clinici, organizzativi e della ricerca -, con contenuti dedicati ai corretti stili di vita e alla prevenzione, e lo fa nel mondo più bello, attraverso ricette buone e sane. Quello tra La Cucina Italiana e l’house organ di Fondazione Trapianti Onlus sarà un binomio vincente, proprio come quello tra salute e corretta alimentazione, un matrimonio che unisce cultura culinaria e cultura dell’amore e dell’attenzione verso il prossimo, entrambi tratti identitari del nostro Paese”, così il direttore di riVivere Leonio Callioni.

La salute passa attraverso la tavola, ciò che mettiamo nel piatto è molto importante e merita tutta la nostra attenzione, senza perdere di vista il gusto. La collaborazione editoriale con Fondazione Trapianti Onlus sottolinea il ruolo fondamentale della cucina, portando avanti un messaggio di benessere che La Cucina Italiana supporta ormai da 95 anni. Perché la cucina è vita», così Stefania Virone Vittor, Coordinatrice Editoriale del sito web www.lacucinaitaliana.it.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *